Corso di Formazione sulla metodologia della ricerca storica e l’uso critico delle fonti

copertina-corso-per-docenti-di-storia

Corso di Formazione per Docenti di Storia.

Com’è noto, l’Istituto storico di Savona (Isrec) propone annualmente alle scuole savonesi un progetto di ricerca-azione su temi di storia contemporanea il cui interesse è reso ancor più vivo dalle numerose e significative ricorrenze.

Attualmente è in corso di svolgimento il progetto triennale “La Resistenza come laboratorio di democrazia” a cui partecipano con profitto istituti secondari di I e II grado della provincia.

Ad integrazione delle attività di supporto e di consulenza offerte regolarmente ai gruppi di ricerca e facendo seguito alla comunicazione inviata ai DD.SS. degli istituti scolastici di I e II grado dall’Ufficio scolastico provinciale di Savona il 4.12.2013, l’Isrec ha programmato per il 2014 e il 2015 un corso di formazione finalizzato ad approfondire le problematiche generali della metodologia della ricerca con particolare riguardo all’uso critico delle fonti nella loro specificità e varietà.
Il corso è destinato ai docenti di storia e materie affini. Sarà organizzato in forma seminariale e si varrà della collaborazione di docenti universitari e di esperti della rete degli Istituti di Storia contemporanea.

L’iniziativa è nata dall’esigenza di rispondere alla domanda -qualche volta esplicita, il più delle volte sottesa- di formazione in un ambito specifico come quello metodologico nell’uso critico delle fonti, ma l’orizzonte di senso è comunque sempre costituito dall’insegnamento della storia contemporanea per cui l’Istituto riafferma la continuità del suo interesse per il rinnovamento della didattica e il suo impegno verso le scuole. La necessità di rinnovamento è determinata anche dai cambiamenti introdotti dalle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione che influiscono pesantemente sia sulle modalità della ricerca storica, sia – e soprattutto- sui linguaggi e sugli stili di apprendimento dei giovani.

A tali cambiamenti il Corso porrà una particolare attenzione in modo da arricchire l’esperienza professionale e renderla più adeguata ai bisogni delle nuove generazioni.
Pertanto, gli incontri avranno un carattere teorico, per inquadrare i problemi via via affrontati, e pratico attraverso laboratori, opportunamente guidati, in cui i partecipanti potranno conoscere materiali e sperimentare sul campo segmenti di ricerca.

FINALITA’

Alla conclusione del percorso di formazione, i corsisti dovranno essere in grado di:

  • Progettare un percorso di ricerca;
  • Predisporre il piano di realizzazione;
  • Individuare le fonti e i materiali necessari;
  • Costruire momenti di verifica in progress e finale.

OBIETTIVI FORMATIVI

  • Acquisire competenze nella metodologia della ricerca storica;
  • Conoscere e classificare le fonti utili per la ricerca storica;
  • Essere in grado di analizzare criticamente le fonti, compararle, problematizzarle e utilizzarle nel percorso di ricerca;
  • Saper progettare un percorso di ricerca, pianificando le fasi, i tempi di realizzazione e le modalità di verifica;
  • Progettare e gestire didatticamente un Laboratorio didattico.

METODOLOGIA

  • Lezioni frontali e discussione con gli esperti;
  • Laboratori, visita agli Archivi ed esercitazioni in piccoli gruppi;
  • Analisi e discussione sui problemi emersi;
  • Verifica e valutazione del percorso di formazione.

ARTICOLAZIONE

Il Corso si articola in 7 incontri pomeridiani che si terranno in parte nel corrente anno scolastico e in parte in quello successivo. Ad un primo incontro a carattere introduttivo fanno seguito sei interventi sull’uso consapevole delle fonti “digitali”, orali ed archivistiche. All’analisi di ciascuna fonte sono dedicate due lezioni: una frontale, in cui vengono illustrati aspetti teorici e problemi d’ordine generale, e una laboratoriale, in cui si avanzano proposte pratiche di modalità operative ed esercitazioni specifiche.
Si indicano le date dei due primi incontri, mentre la data del laboratorio sulle fonti “digitali” verrà concordata con i docenti e si svolgerà comunque entro fine maggio. Le date degli incontri relativi all’a.s. 2014/2015 potrebbero essere modificate a seconda della disponibilità dei relatori ma, in ogni caso, verranno rese note entro giungo 2014.

1° incontro. Venerdì 13 marzo 2014, dalle 15.00 alle 18.00.

Giovanni De LUNA, Introduzione alla metodologia della ricerca storica: la ridefinizione del metodo della ricerca storica alla luce dei nuovi materiali e degli strumenti offerti dalla contemporaneità (testi scritti, fonti iconografiche, documentazione prodotta dai mezzi di comunicazione di massa, Internet, ecc.).

2° incontro. Martedì 8 aprile 2014, dalle 15.00 alle 18.00.

Tommaso DETTI, Il digitale, la rete e il mestiere dello storico: problemi di critica delle fonti: analisi delle trasformazioni avvenute nell’ambito dell’accesso alle fonti, dalla rivoluzione informatica all’ingresso nel mondo della produzione, conservazione e trasmissione del sapere nell’era digitale.

3° incontro. Maggio 2014, dalle 15.00 alle 18.00.

Lezione-laboratorio sull’uso delle Tic: esercitazioni didattiche e produzione di esempi ed esperienze tramite dotazioni di “informatica povera” (pc, laptop, tablet, smat-phone, ecc.) e con la Lim.

4° incontro. Ottobre 2014, dalle 15.00 alle 18.00.

Le fonti orali: natura, statuto e uso della disciplina emersa negli anni ’70 e suoi campi di specifica applicazione.

5° incontro. Novembre 2014, dalle 15.00 alle 18.00.

Lezione-laboratorio sulle fonti orali: criteri e norme di riferimento essenziali per la realizzazione di interviste a testimoni e per un corretto uso delle fonti di memorialistica.

6° incontro. Marzo 2015, dalle 15.00 alle 18.00.

Le fonti scritte e archivistiche: l’accesso ai documenti finalizzato alla ricerca di informazioni sul passato internazionale, nazionale e locale attraverso “le carte” e la loro contestualizzazione.

7° incontro. Aprile 2015, dalle 15.00 alle 18.00.

Lezione-laboratorio sulle fonti archivistiche svolta presso presso l’Archivio di Stato di Savona.

SEDE DEL CORSO

Gli incontri si svolgeranno al pomeriggio, dalle 15.00 alle 18.00, nella sede dell’Isrec (debitamente attrezzata con LIM, pc, tablet, ecc.), a Savona, in via Maciocio 21/r, eccetto un’esercitazione che si terrà presso l’Archivio di Stato di Savona.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Il Corso è totalmente gratuito ed è rivolto ai docenti di storia e materie affini che insegnano negli istituti secondari di I e II grado.

Al termine del Corso, ai docenti registrati in apertura dei lavori verrà rilasciata una certificazione di frequenza e, a chi ne faccia richiesta, un attestato di partecipazione alle singole lezioni.
Per gli insegnanti che nelle ore pomeridiane dovessero avere impegni di servizio, sarà richiesta l’autorizzazione a partecipare agli incontri concomitanti, in quanto l’Isrec -facendo parte dell’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (Insmli), che è Ente accreditato dal MIUR per la formazione dei docenti di storia- è riconosciuto quale agenzia formativa.

In fondo alla pagina troverte il collegamento al modulo di adesione con la richiesta dei dati da fornire per l’iscrizione al Corso. La scheda va inviata tramite e-email all’Isrec (isrec@isrecsavona.it) entro Venerdì 31 gennaio 2014.

Per informazioni contattare l’Isrec dal Lunedì al Venerdì mattina dalle ore 9.00 alle 12.00
Tel. 019 813 553 / 019 893 68 91 • email: isrec@isrecsavona.it

Scarica il modulo di adesione al corso

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *