Film di Diego Scarponi dal Progetto del Liceo Grassi, gargagnànfilm e ISREC. Presentazione pubblica all’Arena-Cinema Priamar il 26 luglio, h. 21.00

Film di Diego Scarponi dal Progetto del Liceo Grassi, gargagnànfilm e ISREC. Presentazione pubblica all’Arena-Cinema Priamar il 26 luglio, h. 21.00

MACCAJA – LE BOMBE DI SAVONA (1974 – 1975)

un film di Diego Scarponi
scritto con gli studenti del Liceo Scientifico O. Grassi di Savona
in collaborazione con Grazia Stella e Angelo Maneschi
con la partecipazione di Giosiana Carrara e Marcello Zinola


IL FILM

Clicca sulla locandina per ingrandire

Maccaja. TRAILER

TRAILER del docu-film “Maccaja – Le bombe di Savona”

Trailer del docu-film “Maccaja-Le bombe di Savona” di Diego Scarponi, realizzato dal Liceo scientifico Grassi di Savona e gargagnànfilm in collaborazione con l’ISREC di Savona, su Progetto PCTO aa.ss. 2019-2021.

Maccaja. CREDITS

Liceo Scientifico Orazio Grassi di Savona,  gargagnànfilm  e ISREC di Savona

in associazione con

ANED Savona e Imperia – ANPI Savona – Circolo Culturale Orazio Grassi – Amici di Radio Savona Sound

con il sostegno di

MIUR
Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

MIBACT
Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo

Università degli Studi di Genova – DISFOR
Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione
Campus Universitario di Savona
Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton

con il patrocinio del Comune di Savona

Presentano

MACCAJA
LE BOMBE DI SAVONA

un film di Diego Scarponi
scritto con gli studenti del Liceo Scientifico O. Grassi di Savona
in collaborazione con Grazia Stella e Angelo Maneschi

con la partecipazione di Marcello Zinola e Giosiana Carrara

Voci narranti Lorenzo Prestipino e Alice De Fazio
Fotografia Davide Rossi
Montaggio Lorenzo Martellacci
Musica Olmo Martellacci
Audiomix & sound design Jan Maio

con

Franco Bonfanti
Lorenzo Prestipino – Francesco Damonte – Pietro Casella – Lorenzo Briozzo – Leonardo Pansolin – Pietro Ciarlo – Anita Tallarico – Alice De Fazio – Gabriele Persico – Alessandro Perria – Giulia Abbriata – Amedeo Arzarello – Michelle Gijata- Gabriele Magliano – Gabriele Laganaro – Gabriele Bernini – Michele Teardo – Cristian Damele
Angelo Maneschi

con la partecipazione degli studenti tirocinanti Unige
Marzia Gallo – Martina Candito
Diego Rubiera – Chiara Troiano
Gabriele Aggio – Alberto Saddi

direzione amministrativa Mauro Ferrando e Marzia Martini
coordinamento di produzione Alessandra Buccheri
assistenti di produzione Michela Vernazza e Juri Saitta
color correction Lorenzo Martellacci
prodotto e diretto da Diego Scarponi

I testimoni del progetto Maccaja sono

Renato Galdiero – Dilvo Vannoni – Franco Perrone – Elio Sibaldi
Maria ‘Nucci‘ Favo – Massimo Macciò – Maria ‘Mimma’ Bronzi
Andrea Casazza – Sandro Chiaramonti – Gianni Cazzola – Marina Tombesi Antonio Cerrato – Roberto Bardoni – Mario Muda – Francesca Pongiglione Giancarlo Berruti – Marcello Zinola – Angelo Maneschi – Bruno Marengo Cesare Donini – Pierangelo Badano – Massimo Botta
Alfonso ‘Alfa’ Amodio – Sandro Zappatore – Fulvio de Lucis
Piero Straneo – Franca Teresa Ferrando – Maria Luisa Madini
Ismaele Walter Beretta – Danilo Costanzo – Francesco Lugani – Elio Pescio Milvia Prolongo – Daniela Scarponi – Carlo Varaldo – Paolo Ferrari
Gianni Ighina – Carla Scappatura – Carlo Di Ruzza – Michele Costantini Maurizio Picozzi – Franco Astengo – Giorgio Amico – Enrico Citriniti Mario Giuffrida – Romeo Vernazza – Mimmo Turchi
Gerolamo ‘Gianni‘ Ascheri – Anna Giacobbe
Giordano Pinetto Marzocchi – Furio Robotti – Luciano Angelini
Simone Scaffidi – Daniela Dallari – Augusta Molinari – Fabrizio Poggi
Rosa ‘Rosina‘ Barbotto – Renato Ferrero – Paolo Del Sordo
Pierangelo Badano – Massimo Botta – Alfonso ‘Alfa’ Amodio
Sandro Zappatore – Fulvio de Lucis – Piero Straneo
Franca Teresa Ferrando – Maria Luisa Madini – Fiorenza Giorgi

Un ringraziamento speciale a

Comitato per la verità sulle stragi e tentate stragi nel savonese nel 1974-1975
Franco Bonfanti – Mauro Ferrando – Massimo Botta – Franca Teresa Ferrando
Fabrizio Nodrini – Marco Genzone – Lidia Giusto – Sara Radelli
Marta Sperati – Marcello Zinola – Marco Stefanelli – Giorgia Stopiglia (GLFC)
Gabriella Petti – Federico Delfino – Augusta Molinari – Mauro Migliavacca – Fabio Caffarena – Roberto Pellerey (Unige)
Luciano Mattarocchia e Paolo Coco (Bar 62 rossocaffè / Bar Nando)
Giuseppe Sabella – Samuele Rago – Fabrizio Poggi
Simona Sacone – Elisabetta Andreis – Guido Freccero (TPL Linea Savona)

Si ringraziano per la collaborazione

Biblioteca Civica Anton Giulio Barrili – Savona
TPL Linea – Trasporto Pubblico Locale nella Provincia di Savona
Polizia Municipale di Savona
Fondazione Genova Liguria Film Commission
Comune di Savona
Cinema nuovofilmstudio Savona

noleggi

Maximiliano Billia

per i materiali di archivio si ringrazia

Carlo Di Ruzza – Mauro Cerulli
Michele Costantini – Archivio Storico Regione Liguria
RAI Teche
AAMOD
ISREC di Savona
ANPI di Savona
Gianfranco Pangrazio
Giuliano Galletta e Paola de Ferrari – Archivio Movimenti Genova

Il regista

Diego Scarponi è un filmmaker e ricercatore savonese che lavora all’Università degli Studi di Genova, dove coordina il Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton all’interno del Campus di Savona per il Corso di Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione. Da alcuni anni Scarponi realizza diversi documentari sul passato industriale del territorio savonese e non solo. Tra i suoi ultimi lavori vanno citati Memoria fossile, Alfabeto Camallo – Noi eravamo tutto, Shadows of Endurance, Fantasmi a Ferrania (presentato al Biografilm 2021 di Bologna, ora in tour nelle sale cinematografiche italiane) e IMPA la città, presentato al 40° FilmmakerFest di Milano.

Maccaja. ANTEPRIMA: 22 – 23 – 24 giugno 2021

Liceo Scientifico Orazio Grassi – Savona
gargagnànfilm
ISREC di SAVONA

Presentazione del film

MACCAJA – LE BOMBE DI SAVONA

regia di Diego Scarponi
scritto con gli studenti del Liceo Scientifico “O. Grassi” di Savona
in collaborazione con Grazia Stella e Angelo Maneschi
con la partecipazione di Giosiana Carrara e Marcello Zinola

ANTEPRIME

1) Martedi 22 giugno, ore 21 Cortile interno del Liceo “Orazio Grassi”
2) Mercoledì 23 giugno, ore 21 Cortile interno del Liceo “Orazio Grassi”
3) Giovedì 24 giugno, ore 21 Cortile interno del Liceo “ Orazio Grassi”

Via Corridoni 2 (Piazza Brennero – quartiere Villapiana), Savona

Poiché, per l’osservanza delle norme anti-Covid, il numero dei posti è soggetto a limiti, le proiezioni sono state destinate – su prenotazione e in via prioritaria – alle autorità locali, ai rappresentanti delle associazioni che hanno patrocinato il Progetto, ai testimoni delle “bombe di Savona” che hanno rilasciato interviste e agli studenti e ai docenti del Liceo “Grassi”.

Per prenotare, inviare una e-mail a:

Liceo.Grassi@liceograssi.it

specificando la data prescelta (22, 23 o 24 giugno).

Maccaja. PRESENTAZIONE PUBBLICA: 26 luglio 2021

Liceo Scientifico Orazio Grassi – Savona
gargagnànfilm
ISREC di SAVONA

Presentazione del film

MACCAJA – LE BOMBE DI SAVONA

regia di Diego Scarponi
scritto con gli studenti del Liceo Scientifico “O. Grassi” di Savona
in collaborazione con Grazia Stella e Angelo Maneschi
con la partecipazione di Giosiana Carrara e Marcello Zinola

PRESENTAZIONE PUBBLICA CON ADESIONE LIBERA

Lunedì 26 luglio ore 21 Arena Cinema del Priamar di Savona


IL PROGETTO

La Sinossi

SINOSSI del film Maccaja. Le bombe di Savona

Savona è una delle pochissime città europee ad aver subito, nel volgere di pochi mesi, fra l’aprile 1974 e il maggio 1975, una serie di dodici attentati dinamitardi (sette dei quali concentrati in due sole settimane), che provocarono due morti e decine di feriti e rasentarono in più di un caso la strage. Un attacco protratto e continuato contro scuole, edifici pubblici, linee ferroviarie, autostrade, abitazioni private, che mirava a sconvolgere la convivenza civile e a diffondere il panico nella popolazione.

Il 1974 è l’anno delle stragi neofasciste di Piazza Della Loggia a Brescia e di San Benedetto Val di Sambro e le bombe di Savona si inseriscono all’interno di una catena di episodi sanguinosi che nel nostro Paese era iniziata cinque anni prima, il 12 dicembre 1969, con l’attentato di Piazza Fontana a Milano. Una stagione drammatica e oscura della nostra storia nazionale, segnata dalla cosìddetta “strategia della tensione”, messa in atto da gruppi eversivi di estrema destra, settori deviati dello Stato, logge massoniche coperte, servizi segreti stranieri (statunitensi e non solo) con l’obiettivo di seminare il terrore fra i cittadini, alimentare una domanda d’ordine e favorire una svolta politica autoritaria.

I colpevoli delle bombe di Savona non hanno mai avuto un volto, nessun procedimento giudiziario ha mai preso il via: la nebbia, la maccaja ha avvolto quella storia. Ma la risposta che all’epoca dei fatti ha dato la città, a distanza di quarantasei anni, impressiona tanto per la determinazione qunto per la compattezza e la coesione dimostrate. Ad una sola settimana dalla seconda detonazione, centinaia, migliaia di persone, a partire dagli studenti del Liceo Scientifico Grassi, riuniti in assemblea straordinaria, hanno invaso le vie cittadine, a tutte le ore del giorno e della notte, facendo i turni, condominio per condominio, quartiere per quartiere, per difendere le proprie strade, le proprie case, i propri rioni. Un’organizzazione spontanea senza precedenti, che ha unito studenti, fabbriche, sindacati, partiti, parrocchie, consigli di quartiere, società operaie, madri, figli, nonni, associazioni, che hanno collaborato e protetto il proprio chilometro quadrato. Una risposta che di sicuro non si attendeva chi quegli ordigni aveva posizionato, con l’intenzione di mettere paura a una città che non si fece però intimorire.

Nella Savona di oggi, di quegli eventi tragici – e anche di quella straordinaria mobilitazione – non rimane alcun segno, se non una piccola, minuscola lapide che ricorda la prima, sfortunata vittima, di quegli attentati, Fanny Dallari, una ex insegnante deceduta a seguito della bomba esplosa nel portone del condominio in cui abitava, in via Giacchero.

Da lì abbiamo voluto ripartire, da quei luoghi, nudi e muti, per riflettere, insieme agli studenti, su quella stagione, sulle dinamiche che hanno portato all’oblio e alla dimenticanza collettiva, sulla fragilità della memoria locale sovente trascurata dalla scuola e sul sempre più marcato sfilacciamento nel rapporto tra generazioni.

Maccaja, dunque, è quel che resta della stagione delle bombe di Savona. Ma noi vogliamo dissipare quella nebbia che ha intorpidito troppo a lungo la memoria e, ancora adesso, rischia di ostacolare il lavoro della storia e anche la crescita della nostra consapevolezza civile.

Il Progetto didattico

Maccaja – Le bombe di Savona
Il PROGETTO DIDATTICO

Maccaja è un progetto interdisciplinare finalizzato alla produzione di un film documentario cortometraggio della durata di 50 minuti condotto mediante una pluralità di approcci pratici e teorici. Si parte dalla ricerca storica e archivistica e dallo studio della contemporaneità, con particolare riferimento alla seconda metà del Novecento, per dare poi ampio rilievo ad attività di formazione sull’audiovisivo e a laboratori di scrittura, montaggio e interviste. Tramite il ricorso a fonti scritte, orali e web si ricostruisce la storia delle “bombe di Savona” (1974-1975), parte integrante della cosiddetta “strategia della tensione”.

Il progetto rientra nelle azioni del bando Visioni Fuori Luogo – Cinema Scuola Lab promosso dal MIUR e dal MIBAC e vinto dal Liceo Scientifico O. Grassi di Savona grazie alla collaborazione con APS gargagnànfilm per quanto riguarda le attività di formazione e produzione cinematografica e l’ISREC di Savona per il supporto alle attività di ricerca storica ed archivistica. Il progetto vede anche molte altre partnership attivate sul territorio: Università degli Studi di Genova (Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton, Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione), ANED di Savona e Imperia, ANPI provinciale di Savona, Associazione Amici del Liceo Scientifico, Amici di Radio Savona Sound. Focus del progetto è la ricostruzione della storia dimenticata delle bombe di Savona, una serie di drammatici eventi durante i quali, tra il 30 aprile 1974 e il 26 maggio ‘75, sul territorio savonese esplosero dodici ordigni, provocando svariati feriti e la morte di due persone. Il film, scritto e prodotto insieme ad un gruppo di studenti del Liceo Scientifico, propone una sorta di viaggio a ritroso nel tempo, a partire da ciò che resta oggi di quella stagione: luoghi, documenti e testimoni. Il periodo storico che viene raccontato e documentato attraverso il film e le attività formative previste dal progetto rappresenta uno spartiacque, “un punto di non ritorno” non solo nella reatà locale ma anche a livello nazionale.

Il docu-film è il risultato di un lungo percorso di formazione che è stato avviato nel settembre del 2019 e si è concluso nel giugno 2021. Il percorso si è svolto sia in presenza sia in DAD, a causa della pandemia da Covid-19. Ha coinvolto oltre 25 studenti del Liceo e numerosi studenti del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione in qualità di tutor (nell’ambito del percorso di tirocinio formativo curriculare). Le studentesse e gli studenti sono stati coordinati dai professori Angelo Maneschi (Liceo Scientifico Grassi) Diego Scarponi (gargagnànfilm e Laboratorio Buster Keaton del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Genova) e Giosiana Carrara (ISREC di Savona).

Nell’ambito del percorso biennale dedicato a Maccaja, gli studenti liceali sono stati coinvolti anche tramite specifici progetti PCTO.

La Timeline

MACCAJATIMELINE

Settembre 2019. Il progetto Maccaja nasce dalla collaborazione fra il Liceo Scientifico Statale Grassi di Savona, la realtà di produzione cinematografica e formazione all’audiovisivo gargagnànfilm, il Laboratorio Audiovisivi Buster Keaton (Campus universitario di Savona – Università di Genova) e l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea della provincia di Savona “Umberto Scardaoni” (ISREC), con l’obiettivo di coinvolgere gli studenti nella realizzazione di un corto documentario sulla vicenda delle bombe di Savona.

Dicembre 2019. Il Liceo Grassi ottiene il finanziamento del MIUR (Bando MIUR VisioniFuori-Luogo – Piano Nazionale del Cinema per la Scuola – I progetti delle e per le scuole a.s. 2019/2020). Al progetto scelgono di partecipare – con adesione volontaria – 20 studenti delle (allora) classi III C, III F e IV B.

Gennaio – Febbraio 2020. Iniziano i laboratori didattici propedeutici alla realizzazione del documentario (anche attraverso l’attivazione di un PTCO presso il Campus universitario di Savona – Università di Genova). Gli studenti partecipano alle diverse attività sia in forma plenaria sia suddivisi per gruppi.

Giugno – Settembre 2020. Le attività dei laboratori, interrotte a marzo a causa del lockdown causato dalla pandemia da Covid-19, riprendono durante l’estate e all’inizio del nuovo anno scolastico 2020/2021 sia in modalità a distanza (piattaforma Teams del Liceo Grassi) sia in presenza (presso il Liceo Grassi e il Campus universitario di Savona).

Ottobre – Novembre 2020.A causa delle restrizioni nuovamenteintrodotte per il Covid-19, i laboratori concludono le loro attività nuovamente in modalità a distanza (piattaforma Teams del Liceo Grassi).

Primavera 2021. Iniziano le riprese del film
Maggio 2021.Conclusione del progetto.
Giugno – Luglio 2021. Presentazione del corto Maccaja. Le bombe di Savona

Referenti del Progetto:
– Angelo Maneschi (Liceo Scientifico Statale Orazio Grassi di Savona)
– Diego Scarponi (Laboratorio audiovisivi Buster Keaton del Campus universitario di Savona – Università di Genova)
– Giosiana Carrara (Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea della provincia di Savona “Umberto Scardani” – ISREC)

Un ringraziamento alla dott.ssa Marzia Martini e ai proff. Alessandra Buccheri e Fabrizio Nodrini (Liceo scientifico Orazio Grassi) e al pubblicista Marcello Zinola.

I Laboratori

MACCAJALABORATORI

A.s. 2019/2020: Classi partecipanti al Progetto: III C, III F, IV B (25 studenti)
A.s. 2021/2021: Classi partecipanti al Progetto: IV C, IV F, V B (20 studenti)

Obiettivo: Realizzazione di un corto-documentario sulla vicenda delle bombe di Savona (1974/1975).

A) Laboratorio storico (a cura dei proff. Angelo Maneschi, Liceo Grassi, e Giosiana Carrara, ISREC di Savona).
Obiettivi:ricostruire ilcontesto nazionale e internazionale entro cui prese forma la vicenda delle bombe di Savona attraverso lezioni frontali sugli anni ‘70 e la “strategia della tensione”, la proiezione di spezzoni di film e documentari d’epoca, l’analisi critica di materiali audiovisivi reperiti in rete e mediante documenti audio delle prime trasmissioni delle radio libere.

B) Laboratorio archivistico (a cura dei proff. Angelo Maneschi, Liceo Grassi, e Giosiana Carrara, ISREC di Savona).
Obiettivi:porre gli studenti direttamente a contatto con molteplici fonti documentarie e fotografiche (tratte da archivi pubblici e privati) relative alla vita politica e sociale di Savona nella prima metà degli anni ‘70: volantini, manifesti, comunicati ufficiali, carteggi, resoconti, testate giornalistiche nazionali e locali, riviste, fotografie, giornalini d’istituto, foto di classe ed extrascolastiche.

C) Laboratorio Cinema (a cura del dott. Juri Saitta, A.P.S. gargagnànfilm)
Obiettivi: introdurre e approfondire gli elementi del linguaggio audiovisivo; fornire agli studenti la terminologia adeguata per definire i vari aspetti linguistici di un’opera audiovisiva, utile sia per scrivere una sceneggiatura sia per redigere un testo di analisi filmica; mostrare le diverse modalità in cui il cinema ha affrontato gli anni della “strategia della tensione” e del terrorismo, anche attraverso la visione – integrale o parziale- di film.

D) Laboratorio Comunicazione Web (a cura della dott.ssa Michela Vernazza, A.P.S. gargagnànfilm)
Obiettivi: introdurre e approfondire gli elementi della comunicazione web sperimentando i canali più usati dagli studenti; fornire gli strumenti per riconoscere i contenuti di qualità e elaborare a loro volta contenuti adeguati da pubblicare sui diversi medium; trovare la chiave e le forme più efficaci per la comunicazione multimediale del progetto Maccaja.

E) Laboratorio Fotografia (a cura del dott. Davide Rossi, A.P.S. gargagnànfilm)
Obiettivi: fornire le basi teoriche di fotografia; fornire la terminologia adeguata per definire i vari componenti di un’attrezzatura fotografica; fornire gli strumenti base per la ripresa fotografica sul campo, sia in esterno che in interni; esercitare i corsisti in situazioni di ripresa; responsabilizzare i partecipanti sull’etica della fotografia.

F) Laboratorio scrittura (a cura del prof. Diego Scarponi e della dott.ssa Grazia Stella, A.P.S. gargagnànfilm)
Obiettivi:produrre una serie di testi, non necessariamente organizzati ed editati in via definitiva, che possano essere funzionali alla descrizione in prima persona – da parte dei ragazzi – della contemporaneità che si trovano a vivere, ai fini della redazione di una serie di materiali preparatori ad una sceneggiatura per il cinema.

G) Laboratorio Corpo/Voce (a cura della dott.ssa Grazia Stella, APS. gargagnànfilm)
Obiettivi:esercitare ed arricchire la propria dimensione espressiva e acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo e voce; realizzare un training attoriale.

Le Interviste

MACCAJALE INTERVISTE

A.s. 2019/2020: Classi partecipanti al Progetto: III C, III F, IV B (25 studenti)
A.s. 2021/2021: Classi partecipanti al Progetto: IV C, IV F, V B (20 studenti)

Obiettivo: Realizzazione di un corto-documentario sulla vicenda delle bombe di Savona (1974/1975).

Le interviste (a cura del prof. Diego Scarponi, APS gargagnànfilm, e del prof. Angelo Maneschi, Liceo Grassi)

Tra febbraio e ottobre 2020, nei locali del Campus universitario di Savona, sono stati intervistati (talvolta alla presenza degli studenti) cinquanta testimoni e studiosi del periodo delle bombe di Savona: storici, giornalisti, magistrati, insegnanti, militanti politici, ma anche semplici cittadini che parteciparono all’esperienza della vigilanza a difesa di scuole, quartieri, fabbriche, ospedali o che – troppo giovani per aderire alla mobilitazione – conservano tuttavia un ricordo indelebile di quelle giornate.

I Testimoni del progetto Maccaja sono:

Renato Galdiero – Dilvo Vannoni – Franco Perrone – Elio Sibaldi
Maria ‘Nucci’ Favo – Massimo Macciò – Maria ‘Mimma’ Bronzi
Andrea Casazza – Sandro Chiaramonti – Gianni Cazzola – Marina Tombesi Antonio Cerrato – Roberto Bardoni – Mario Muda – Francesca Pongiglione Giancarlo Berruti – Marcello Zinola – Angelo Maneschi – Bruno Marengo Cesare Donini – Pierangelo Badano – Massimo Botta
Alfonso ‘Alfa’ Amodio – Sandro Zappatore – Fulvio de Lucis
Piero Straneo – Franca Teresa Ferrando – Maria Luisa Madini
Ismaele Walter Beretta – Danilo Costanzo – Francesco Lugani – Elio Pescio
Milvia Prolongo – Daniela Scarponi – Carlo Varaldo – Paolo Ferrari
Gianni Ighina – Carla Scappatura – Carlo Di Ruzza – Michele Costantini
Maurizio Picozzi – Franco Astengo – Giorgio Amico – Enrico Citriniti
Mario Giuffrida – Romeo Vernazza – Mimmo Turchi
Gerolamo ‘Gianni‘ Ascheri – Anna Giacobbe
Giordano Pinetto Marzocchi – Furio Robotti – Luciano Angelini
Simone Scaffidi – Daniela Dallari – Augusta Molinari – Fabrizio Poggi
Rosa ‘Rosina’ Barbotto – Renato Ferrero – Paolo Del Sordo
Pierangelo Badano – Massimo Botta – Alfonso ‘Alfa’ Amodio
Sandro Zappatore – Fulvio de Lucis – Piero Straneo
Franca Teresa Ferrando – Maria Luisa Madini – Fiorenza Giorgi

Le interviste sono consultabili in rete sul sito del Laboratorio audiovisivo Buster Keaton (“Maccaja. Le bombe di Savona”) all’url

https://labaudiovideosdc.wordpress.com/

I Podcast, le Riprese e il Montaggio

MACCAJAPODCAST, RIPRESE e MONTAGGIO

A.s. 2019/2020: Classi partecipanti al Progetto: III C, III F, IV B (25 studenti)
A.s. 2021/2021: Classi partecipanti al Progetto: IV C, IV F, V B (20 studenti)

Obiettivo: Realizzazione di un corto-documentario sulla vicenda delle bombe di Savona (1974/1975).

Laboratorio podcast (dott. Marco Stefanelli, autore radiofonico , e della dott.ssa Grazia Stella, A.P.S. gargagnànfilm)
Obiettivi : condurre gli studenti alla realizzazione di tre podcast di argomento storico della durata di 10 minuti circa ciascuno a partire da una serie di testi scritti dal prof. Angelo Maneschi e dal giornalista Marcello Zinola. I testi dovranno essere ridotti e adattati alla forma ‘radiofonica’ attraverso un lavoro – individuale e di gruppo – di scrittura e progettazione del podcast. Insieme al formatore (connesso in remoto), gli studenti svolgeranno un lavoro di ricerca dei materiali utili a creare le giuste atmosfere del racconto orale che si intende produrre (suoni, estratti di canzoni, materiali estrapolati dai media dell’epoca, effetti sonori, ecc.). Elemento fondamentale della formazione sarà fornire competenze sufficienti agli studenti per realizzare il montaggio audio del podcast, con software di editing audio freeware (come ad esempio reaper). Asse portante del podcast sarà la voce degli stessi studenti, che dovranno dare ‘corpo’ alle vicende raccontate attraverso il microfono: la registrazione della voce sarà pertanto un aspetto cruciale per la buona riuscita del podcast, non tanto per le risorse tecniche utilizzate, quanto per la corretta gestione dei tempi e della costruzione della narrazione.

Laboratorio montaggio video (a cura del dott. Lorenzo Martellacci, A. P. S. gargagnànfilm)
Obiettivi:fornire agli studenti un primo approccio all’utilizzo di programmi di montaggio professionale e al workflow di lavoro che permette di affrontare in fase di post-produzione interviste a testimoni; montaggio video di alcune testimonianze sulla vicenda delle bombe a Savona.


LA STORIA

Promo del Progetto Maccaja

PROMO del film “Maccaja – Le bombe di Savona”

Promo del Progetto PCTO “Maccaja-La bombe di Savona” realizzato dal Liceo scientifico Grassi di Savona, dal Laboratorio Buster Keaton- Scienze della comunicazione (Università di Genova) e dall’ISREC di Savona in collaborazione con l’USR per la Liguria.

Cronologia delle bombe di Savona (30 aprile 1974 – 26 maggio 1975)

MACCAJA. CRONOLOGIA DELLE BOMBE DI SAVONA (1974-75)
a cura di Marcello Zinola

1) 30 aprile 1974 – ore 20.48 → bomba in Via Paleocapa, nel portone dello stabile dove abita il senatore democristiano Franco Varaldo;

2) 9 agosto 1974 – ore 5.00 (?) → attentato alla centrale Enel di Vado Ligure;

3) 9 novembre 1974 – ore 18.18 → bomba dentro al Palazzo della Provincia di Savona;

4) 12 novembre 1974 – ore 18.55 → alcuni chili di tritolo esplodono davanti all’atrio della Scuola Media ‘Guidobono’ a Savona;

5) 16 novembre 1974 – ore 15.47 → bomba sulviadotto ferroviario dell’Acquabuona, nella frazione del Santuario, a Savona;

6) 16 novembre 1974 – ore 17.47 → bomba in uno stabile di Via dello Sperone a Savona;

7) 20 novembre 1974 – ore 17.24 → bomba nel portone di un palazzo in Via Giacchero a Savona;

8) 23 novembre 1974 – ore 00.50 → bomba davanti alla stazione dei carabinieri a Varazze;

9) 23 novembre 1974 – ore 16.55 → bomba sull’autostrada Savona-Torino, nei pressi di Cadibona a Quiliano;

10) 24 febbraio 1975 – ore 18.40 → bomba dietro il palazzo della Prefettura, in Via Cava a Savona;

11) 25 febbraio 1975 – ore 17.55 → bomba ad un traliccio dell’Enel sulla collina di Madonna degli Angeli a Savona;

12) 26 maggio 1975 – ore 18.45 → bomba al forte di monte Ciuto, sulle alture di Savona.

FOTOGALLERY

Quaderni Savonesi n. 17, dicembre 2009